Programma

logo_sito

 

 

 

 

La demagogia del Segretario PD di Airola e della sua dirigenza, a sostegno di un mandato amministrativo autarchico, ha indotto una parte degli iscritti del Circolo PD Aldo Moro di Airola a prendere le distanze dalle vecchie logiche di potere fine a se stesse, rivolgendo l’attenzione alle sole norme statutarie ed etiche del Partito Democratico.
In tale ambito la lista propone un programma vero, attuabile e soprattutto aderente alle esigenze della comunità e non del singolo personaggio di passaggio.

A. AMBIENTE
L’ambiente e la sua tutela rappresentano un’opportunità di crescita per il comune e il suo territorio anche dal punto di vista economico.
In tale contesto si presentano i seguenti punti di azione:

  • Riallocazione dell’isola ecologica, in area idonea ed autorizzata dalle Autorità competenti in materia (progetto da inserire negli investimenti).
  • Miglioramento dei percorsi ciclabili e pedonali esistenti con servizi necessari (luce ed acqua) e progettazione di nuovi seguendo il corso del fiume Isclero.
  • Risparmio energetico e fonti rinnovabili.

L’amministrazione comunale deve essere un elemento di traino, attraverso iniziative dirette ed un’opportuna attività di informazione nei confronti dei cittadini. Al fine di raggiungere i precipui obiettivi proponiamo l’elaborazione di un progetto di promozione e sviluppo diffuso della produzione di energia da fonti rinnovabili, sia nel pubblico che nel privato e la promozione di una cultura improntata ai principi dell’efficienza e del risparmio energetico nel parco immobiliare sia pubblico che privato, attraverso una adeguata informazione e l’incentivo all’utilizzo di tecniche e tecnologie appropriate volte alla riqualificazione energetica degli edifici. Parte integrante di questo tipo di interventi è anche il rinnovo del parco dell’illuminazione pubblica.

B. BARRIERE GIU’
La politica intesa come servizio è un meraviglioso viaggio collettivo. Se la cittadinanza lo vorrà, si cercherà di guidare la macchina del comune di Airola, in collaborazione con tutti i dipendenti dei quali si valorizzerà il loro già significativo ed apprezzabile lavoro proponendo:

  • Lo snellimento burocratico a vantaggio della funzionalità e dell’efficienza comunale.
  • Il miglioramento del rapporto tra cittadino ed uffici comunali.
  • Una maggiore trasparenza e partecipazione al processo amministrativo.

C. CULTURA E SPETTACOLO
Occorre creare una logica di sistema e di collaborazione diffusa tra tutte le realtà, coinvolgendo le associazioni ed i cittadini, stimolando la voglia di partecipazione e di impegno in campo culturale. A tal proposito la lista prospetta:

  • Organizzazione di incontri periodici con l’assessorato di riferimento per la pubblicizzazione delle opportunità esistenti in tema di cultura e spettacolo e la raccolta delle proposte e delle esigenze della comunità.
  • Programmazione annuale delle attività culturali per ottimizzarne la disponibilità delle location e per evitarne le sovrapposizioni.
  • Potenziamento della biblioteca comunale in termini di materiale, personale dedicato e servizi offerti alla cittadinanza.
  • Ricerca e condotta di attività di formazione promosse dagli istituti scolastici con progetti formativi da sviluppare presso le Pubbliche Amministrazioni a favore degli alunni.

D. DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE
Il Gruppo di Maggioranza coinvolgerà l’intero Consiglio Comunale nelle attività di interesse generale della nostra comunità, stimolandone continuamente l’unità di appartenenza locale e considerando le diversità di veduta una ricchezza e non una criticità da evitare. Le decisioni amministrative e programmatiche saranno discusse prioritariamente in seno al Gruppo di Maggioranza ed in Giunta Comunale andrà solo ciò che il Gruppo riterrà approvato

E. ECONOMIA
Si ci propone di modernizzare Airola avvicinandola al concetto di una smart city. Si investirà prevalentemente nella Knowledge Economy puntando su ricerca e innovazione, favorendo i processi di condivisione della conoscenza e di valorizzazione dei talenti creativi. Investire nell’economia della conoscenza significa, promuovere un sistema sinergico in cui impresa privata, enti pubblici, istituti di ricerca collaborano all’innalzamento del livello tecnologico, creando un ambiente stimolante per l’impresa, ma anche per il singolo cittadino. La smart economy non si riferisce solo all’oggetto dell’attività lavorativa, ma persegue l’innovazione anche sul lato delle modalità di lavoro.

F. FINANZE
L’obiettivo principale è rappresentato dalla riduzione della pressione fiscale a favore dell’intera cittadinanza. Gli investimenti saranno orientati principalmente ai fondi sovra comunali, destinando la spesa corrente ai servizi; in particolare si provvederà a standardizzare e regolamentare ogni tipo di servizio offerto dal Comune per una erogazione altamente competente e competitiva. I Servizi saranno diversificati in indivisibili, estesi cioè indifferentemente a tutta la comunità e divisibili, per i quali è perfettamente individuabile la parte usufruente. I primi interesseranno la spesa collettiva mentre i secondi saranno a carico del singolo richiedente. In particolare, si riportano gli immediati provvedimenti di attuazione.

  • Adozione del regolamento per la celebrazione dei matrimoni nei giorni di chiusura degli Uffici Comunali con oneri che saranno a carico del cittadino richiedente; tale gestione garantirà principalmente il cittadino usufruente del servizio in quanto non più esposto al giudizio della collettività che paga per lui i maggiori oneri derivanti dall’impiego del personale e dall’uso delle strutture.
  • Aggiornamento del regolamento per l’uso del Teatro Comunale, l’uso delle strutture comunali (palestre, scuole, campi sportivi, ecc.) e per l’occupazione del suolo pubblico, al fine di evitare concessioni gratuite o a costi irrisori ed anacronistici anche per lunghi periodi.
  • Adozione del regolamento per l’uso del palco comunale, servizio da regolamentare anche in termini manutentivi e di sicurezza.
  • Abolizione dei contributi comunali di carattere discrezionale non regolamentati.
  • Rivisitazione in termini normativi e di opportunità dei contributi comunali di carattere discrezionale regolamentati.
    La semplicità e la ripetitività delle concessioni a titolo gratuito dei servizi divisibili inducono a considerare che la politica usi i soldi pubblici a scopo elettorale. Tale situazione porta inoltre, alle seguenti valutazioni negative a carico di tutta l’Amministrazione Comunale:
    • diseguaglianza di fornitura dei servizi all’utenza;
    • esposizione ad osservazioni di tipo giuridico;
    • difficoltà di mantenimento delle strutture Comunali.

In tale ottica si inserisce l’abolizione di ogni tipo di partecipazione a qualsiasi tipo di partecipata.

G. GIOVANI
Ai giovani sarà rivolta la nostra massima attenzione, coinvolgendoli con conferenze cicliche in attività politiche, amministrative, culturali. Per il tramite di semplici procedure informative e costruttivi percorsi partecipativi e formativi, quale complemento alle rispettive professionalità, ci si propone di agevolare la costituzione della nuova classe dirigente della nostra comunità e della società in generale. Airola deve essere una città dei giovani per i giovani, dove il tema “Giovani” non sia demandato esclusivamente all'Amministrazione, ma sia sviluppato insieme.
Una delle esigenze maggiormente sentite è la mancanza di spazi di aggregazione, spazi per coltivare hobby e passioni comuni, spazi per dialogare. Ci si propone di istituire un Centro Giovani dotato di risorse educative e di un progetto educativo chiaro e definito. L’obbiettivo è quello di giungere alla creazione di una struttura che sappia porsi in dialogo con le diverse realtà giovanili presenti e che offra strumenti educativi e di intervento differenziato (dalla proposta di feste, all’organizzazione di incontri nelle scuole sul tema della legalità, del bullismo, delle tossico e alcool dipendenze, della promozione all’impegno civico).
L'amministrazione si prodigherà inoltre, a reperire fondi e spazi per le varie associazioni di volontariato che operano nel nostro paese e si porteranno avanti progetti di sensibilizzazione tra i ragazzi circa il ruolo fondamentale del volontariato, non solo come risorsa, ma anche come strumento di crescita personale.

I. INVESTIMENTI
Gli investimenti saranno finanziati principalmente dai fondi sovra comunali. Le principali opere che ci si propone di avviare sono di seguito elencate.

  • Riqualificazione della Piazza Caduti di Nassiria, sfruttandone la naturale conformazione per la realizzazione di un anfiteatro in un contesto di verde pubblico e prevedendo il trasferimento del mercato settimanale.
  • Realizzazione della villa comunale “Vanvitelli” nell’area del campo sportivo e del campo di basket (ridislocati nel polo sportivo).
  • Riqualificazione dell’intero sistema fognario, ridefinendone la naturale destinazione finale sul fiume Isclero, a valle e non a monte dell’intero territorio (progetto da inserire negli investimenti).
  • Completamento delle opere già iniziate.
  • Ridislocazione nel tempo dell’intero complesso industriale per lasciare spazio al nuovo polo scolastico e sportivo.

L. LEGALITA’ E TRASPARENZA
Legalità e rispetto delle regole sono la premessa e la linfa di un programma elettorale che voglia essere di cambiamento. Avere come base la legalità vuol dire puntare alla giustizia, significa capacità di prevenire, oltre che reprimere, significa avere chiara e netta la linea di demarcazione fra regole ed illegittimità. Significa lotta alla criminalità in genere ed in particolare alla microcriminalità delle speculazioni dell’edilizia, della finanza, dei rifiuti ed a tutte le mafie. Significa dire chiaramente che si batterà senza paura contro ogni tipo di corruzione. Si tratta di una scelta di campo preliminare, di una scelta che dice si alle regole.
La nuova Amministrazione sarà caratterizzata dalla più trasparente e democratica partecipazione. I verbali delle Riunioni di Gruppo di Maggioranza saranno resi pubblici sul sito comunale alla stregua degli ulteriori atti politico amministrativi già previsti per Legge (delibere, determine, ecc.). Sarà attuato il potenziamento del sito comunale in termini di informazioni pubblicate, personale dedicato, servizi offerti e la raccolta delle proposte e delle esigenze della comunità.

M. MARKETING TERRITORIALE
E’ nostra intenzione applicare lo strumento del marketing territoriale. Il marketing territoriale costituisce un elemento su cui far ruotare la strategia di crescita economica della comunità. Uno degli elementi di lancio del marketing territoriale può essere l’adozione delle cosiddette certificazioni di Denominazioni Comunali per alcuni prodotti locali.
L’applicazione delle Denominazioni Comunali in un programma di sviluppo territoriale presenta delle rilevanti potenzialità di successo ed incide sull’intero tessuto sociale e produttivo locale in particolare sui fattori che riguardano la sfera:

  • culturale: inerente al vissuto quotidiano della comunità locale;
  • economica: inerente al sistema produttivo e distributivo locale;
  • politico-amministrativa: inerente all’apparato gestionale del governo locale.

N. NEWSLETTER COMUNALE
E’ intenzione della lista attivare la newsletter comunale, ossia un notiziario scritto diffuso per posta elettronica a tutti i cittadini che intenderanno aderire al servizio a cadenza settimanale.

O. OCCUPAZIONE
La nuova amministrazione comunale considererà il lavoro come massima priorità, anche se non l’unica. La nuova organizzazione comunale consentirà di realizzare le migliori condizioni per facilitare qualsiasi processo occupazionale, all’interno ed all’esterno del territorio di Airola.
L’impegno leale in questo settore sarà continuo e costante, nella consapevolezza che il Comune non ha capacità di impiego diretto se non per la tenuta a numero della propria organizzazione.
Ci si propone di:

  • intensificare frequenti e concreti incontri con gli enti locali provinciali e regionali (compreso Camera di Commercio), per un costante monitoraggio della situazione dell’occupazione sul territorio;
  • aprire un tavolo con le imprese locali per condividere i piani e proporre, a fronte di esigenze imprenditoriali specifiche, l’impegno per utilizzare gli strumenti urbanistici necessari per supportare eventuali ampliamenti degli insediamenti;
  • ridurre gli oneri di urbanizzazione per gli imprenditori medi e/o artigiani che vogliano attuare interventi di recupero delle unità esistenti o realizzare nuovi insediamenti;
  • prevedere che il nuovo Piano Regolatore costituisca un vero piano industriale ed artigianale, valutandone l’idoneità alle nuove esigenze imprenditoriali.
  • lavorare con i Comuni limitrofi al fine di definire e mantenere il monitoraggio del tessuto produttivo del territorio;
  • di accedere a finanziamenti regionali, nazionali ed europei, partecipando con progetti innovativi ai bandi che tali organizzazioni possono concedere.

P. PATRIMONIO COMUNALE
E’ nostra intenzione effettuare una ricognizione dell’intero complesso patrimoniale, verificandone la corretta rispondenza giuridico amministrativa ed aggiornandone la precipua sezione del bilancio. E’ altresì necessario completare la procedura connessa ai livelli/enfiteusi, documentandone ogni cessione ed aggiornandone i diritti in fase di godimento.

Q. QUALITA’
Operare con qualità e perseguire la qualità. Questa la linea guida della nostra lista. In particolare si ci propone di:

  • Utilizzare gli strumenti normativi di cui l’ente comunale è già dotato per valutare e meglio motivare il personale dipendente secondo oggettivi criteri meritocratici ed in relazione alla qualità degli obiettivi raggiunti;
  • Evitare gli sprechi di ogni tipo di risorsa pianificandone l’utilizzo in modo da assicurare all’intera comunità un congruo beneficio in termini di servizi.
  • Dare ad Airola una maggiore qualità urbana: strade pulite e disinfettate, marciapiedi curati, verde pubblico manutenuto costantemente, arredo urbano architettonicamente valido, ordine della circolazione veicolare e dei parcheggi, canile municipale.

R. RIORGANIZZAZIONE COMUNALE
E’ nostro intendimento riarticolare radicalmente e concretamente le risorse umane disponibili (anche in funzione dei pensionamenti futuri) in 3 aree funzionali: “Demografica, Economica e Tecnica”. I fondi recuperati dalle Posizioni Organizzative non più confermate saranno destinati alla formazione del personale (per un migliore approccio all'evoluzione normativa e dei sistemi informatici applicativi e per evitare le esternalizzazioni di servizi e delle consulenze) ed alla sicurezza (riorganizzazione della Polizia Municipale).
Nello specifico si prevede:

  • il ripristino del Servizio del Segretario Comunale a tempo pieno ad Airola, rivalutandone la titolarità dell’attuale dirigente e l’interruzione della Convenzione con il Comune di Moiano (Consiglio Comunale del 9 ottobre 2014);
  • la nomina del Comandante della Polizia Municipale ad interim (art. 52 comma 2 e 4 del D. Lgs. n. 165/2001), nelle more dell’immediato bando di un pubblico concorso per la riorganizzazione e la normalizzazione del Corpo della Polizia Municipale (Comandante ed Operatori), con i corretti profili professionali e le necessarie qualifiche di P.G. e P.S.;
  • il potenziamento dei Servizi Tributi e Patrimonio;
  • le convenzioni di quegli incarichi indispensabili per l’Ente e non presenti nel novero delle professionalità disponibili al Comune.

Vogliamo aumentare al massimo le possibilità di interazione tra il cittadino e l’amministrazione tramite il web. L’idea è concentrare in un solo portale tutte le attività che il cittadino può richiedere o può fare andando in comune. L’introduzione di questi servizi prevede l’accesso a tutti i documenti amministrativi, la richiesta di bollettini e il pagamento delle tasse, la comunicazione con l’amministrazione, l’utilizzo delle funzioni di anagrafica, tesoreria e segnalazioni.

S. SICUREZZA
Molta attenzione e peso saranno riservati all’incremento del livello di sicurezza per la comunità. In particolare si ci impegnerà nella:

  • Riorganizzazione e normalizzazione della Polizia Municipale (Comandante ed Operatori), con i corretti profili professionali e le necessarie qualifiche di P.G. e P.S.;
  • Valorizzazione del servizio della Protezione Civile con un programma di appuntamenti pubblici, tesi alla divulgazione dei piani per le emergenze e ad invogliare ulteriori volontari alla partecipazione;
  • Istituzione di una conferenza dei Servizi con tutte le forze dell’Ordine presenti sul territorio per il coordinamento di tutte le attività volte all’aumento della sicurezza dell’area;
  • Progettazione e realizzazione di un sistema di controllo telematico efficiente ed integrato per il controllo areale strategico del territorio;
  • Realizzazione di un vademecum semplificato per informare tutti i cittadini le emergenze utilizzando i sistemi telematici per la divulgazione.

T. TURISMO
Le eccellenti potenzialità paesaggistiche dal nostro territorio ed i monumenti presenti su di esso, saranno pubblicizzati per il tramite degli organi istituzionali presenti sul territorio provinciale e regionale (Ente Provinciale e regionale per il Turismo) e messi in sistema con il complesso patrimonio campano, sviluppando e proponendo le enormi potenzialità di sviluppo turistico al momento solo immaginabili.
Provvederemo a proporre un percorso turistico che unisca la chiesa dell’Annunziata con la Reggia di Caserta, passando per l’acquedotto Vanvitelliano, fino alle sorgenti del Fizzo e, in tale contesto, sarà possibile inserire le ulteriori ricchezze monumentali per il tramite della Proloco e di tutte le associazioni culturali presenti sul territorio.
Per quanto riguarda il rapporto Castello – città sappiamo tutti della forza attrattiva di questo patrimonio da tutelare e da ristrutturare e che genererà sicuramente un incremento del flusso turistico nella città. Particolare cura dovrà essere data alla pubblicizzazione ed alla promozione del materiale informativo sul Castello.
Quello che inoltre potrà offrire Airola ad un visitatore, saranno vie, piazze e ville/giardino accoglienti e vivaci. Potrà offrire proposte culturali quali esposizioni temporanee, visite guidate al centro cittadino ed alle chiese nonché la vendita di prodotti locali.
Ci si propone infine di elaborare strategie di coinvolgimento di soggetti privati per la realizzazione di un hotel preferibilmente con il recupero di un immobile del centro storico.

U. URBANISTICA
Al fine di favorire lo sviluppo del territorio in modo organico si ci impegna ad aggiornare e rendere operativi i precipui strumenti urbanistici, ossia:

  • il Regolamento Edilizio;
  • il Piano Urbanistico Comunale (PUC) che, nel rispetto delle Linee Guida del Piano Strategico e del Rapporto Conoscitivo, evitando ogni aumento delle aree di trasformazione (in particolare nelle aree collinari e pedemontane, Via Mazzoccato, Via Pezza e Via Lavatoio) attuerà:
    • la riqualificazione del centro storico;
    • la ridislocazione in periferia e nel tempo dell'area industriale;
    • la previsione di aree di sviluppo a cavallo della direttrice Fondo Valle Isclero.

V. VIABILITA’
La rigenerazione della città passerà anche per il ripristino delle strade con provvedimenti urgenti, economici e duraturi (con l’uso di cemento), nelle more di poter procedere con una ristrutturazione completa e generale con specifici progetti ed utilizzando fondi sovra comunali, e con l’adozione di un nuovo sistema di circolazione che contemporaneamente risolverà il problema del traffico cittadino e comporterà la creazione di un numero adeguato di nuovi parcheggi.

W. WELFARE
L’Amministrazione espressione della nostra lista si impegnerà a mantenere un livello adeguato di servizi per la parte di popolazione più debole e maggiormente colpita dalla crisi. L’accesso dev’essere consentito a tutti i cittadini, ma l’integrazione a carico del Comune va a quei cittadini in situazioni di grave disagio. Un lavoro importante sarà quello di andare ad individuare le situazioni di più grave disagio e garantire maggiore equità anche con un incremento ed una maggiore efficienza dei controlli nei confronti di coloro che beneficiano di contributi pubblici.
L’Amministrazione farà un’attenta valutazione del carico famigliare e del fondamentale lavoro di assistenza e cura che la famiglia svolge nei confronti di minori ed anziani: questo ruolo deve essere valorizzato e favorito attraverso lo strumento dell’assistenza domiciliare integrata.
La crisi è l’emergenza principale. La nostra Amministrazione si impegna ad istituire un Fondo unico anticrisi. Il Fondo sarà alimentato dal Comune e aperto alla sottoscrizione di privati, enti, associazioni e imprese che vorranno o potranno contribuire alla risoluzione dei problemi più urgenti ed immediati.
Prima infanzia: si propone la realizzazione di un Asilo nido. Un’altra proposta è quella di costituire un “albo” delle baby-sitter, promuovendo una loro qualificazione professionale e svolgendo un ruolo di incrocio tra domanda/offerta di lavoro.
L’edilizia sociale: l’Amministrazione monitorerà la gestione degli alloggi di edilizia sociale.
Anziani:

Il lavoro che si intende fare è:

  • favorire la domiciliarità nella cura e nell’assistenza della persona anziana organizzando un servizio di trasporto spesa e farmaci a domicilio;
  • organizzare un corso di formazione per badanti ed offrire un servizio di incrocio domanda/offerta con le famiglie bisognose;
  • attivare servizio su richiesta di trasporto e accompagnamento in ospedale;
  • promuovere un servizio civico per anziani ancora attivi: stimolare e valorizzare forme di volontariato e di partecipazione attiva alla vita cittadina;
  • promuovere iniziative per il tempo libero e per il benessere degli anziani: da gite a incontri, laboratori e corsi.

Disabili: l’Amministrazione garantirà pieno supporto alle famiglie con disabili.
Stranieri. Integrazione, diritti e responsabilità: le tre parole chiave nel rapporto con le comunità di immigrati. Una priorità sarà lo sfruttamento della struttura dell’ex Macello e la costituzione di un tavolo di coordinamento con i rappresentanti delle principali comunità di stranieri presenti.
Infine un’Amministrazione può e deve caratterizzarsi, al di là di tutti gli impedimenti economici, per l’attenzione e la cura posta nella manutenzione degli edifici scolastici. Una scuola sicura e accogliente è lo specchio della capacità amministrativa.

Z. ZERO RIFIUTI
Il rifiuto è una risorsa se viene correttamente differenziato, abbatte i costi e crea opportunità di lavoro.

Si propone di:

  • Incentivare la riduzione della produzione di rifiuti e l’utilizzo della compostiera domestica da parte dei cittadini;
  • Migliorare il controllo delle procedure di raccolta e di pulizia delle strade attraverso il corpo di polizia municipale.
  • Applicazione di sanzioni previste per chi non rispetta i luoghi pubblici;
  • Avviare azioni di educazione ambientale di iniziativa comunale;
  • Proteggere le fasce deboli e le attività imprenditoriali attraverso opportuna regolamentazione della tariffa.